Rendiconto economico 2017

Le offerte relative all’anno 2017 ma versate sul conto dell’Ufficio Missioni dal 2 gennaio 2018 ad oggi, saranno riportate nel bilancio 2018 e quindi pubblicate il prossimo anno.

Le offerte versate direttamente ai missionari ed eventuali somme versate direttamente alle Pontificie Opere Missionarie a Roma, non compaiono nelle entrate perché non sono state registrate presso il Centro Missionario stesso. Pur lasciando ad ogni Sacerdote la libertà di effettuare direttamente i versamenti alle Pontificie Opere Missionarie, sarebbe opportuno che ugualmente gli importi versati venissero comunicate all’Ufficio Missioni diocesano.

Precisazioni e dettagli in merito al resoconto economico 2017:

Entrate:

Offerte pro Missioni diocesane

  • Dalla Quaresima di fraternità 2017 sono entrati euro 180.538,28 + 10.000 lascito testamentario di un sacerdote (nel 2016: 177.039,74 + 65.000 lascito testamentario).

  • Da privati, al di fuori delle raccolte quaresimali, sono entrati 91.849,52 euro (nel 2016: 104.141,36);

In sintesi: decremento di -64.283,13 euro dovuto prevalentemente alla donazione testamentaria (-55.000,00) e alle offerte nominative (-12.781,84); maggiori entrate invece nelle offerte quaresima (+3.498,54).

Contributo ordinario pastorale Missionaria

  • Come da disposizioni CEI: 10.017,40 euro pari al 7% sulle offerte della Giornata Missionaria Mondiale e 2% sulle Opere Diocesane dell’anno precedente (2016) che viene reintrodotto a favore delle missioni diocesane.

Uscite:

Missioni diocesane Camerun e Perù nel dettaglio:

Camerun 46.005,48 euro:progetti diocesani Maroua-Mokolo 10.000 euro; adozioni sordomuti e non vedenti e ausili 13.464,68 euro; sostegno progetti scolastici 17.500; aule 3.000 euro; seminaristi 916,40; sacchi miglio 1.000,00; spese postali e banca 124,40 euro.

Perù 182.156,91 euro: stipendi missionari Fidei Donum 17.929,89 euro; progetti (sostegno per progetto salute, doposcuola, aiuto famiglie bisognose, alluvioni, attività catechistiche e parrocchiali, stipendio avvocati; stipendio dell’animatrice/assistente sociale) 139.370,00 euro; spese banca 504,01 euro; spese per abbonamenti riviste 526,00, spese mediche 226.13 euro; rimborsi spese viaggi Fidei Donum 3.600,00; euro 20.000,88 offerte nominative.

Campagna quaresimale 2017 progetti extra missioni diocesane

  • Brasile per Formazione giovani – Lanfranchi – Caritas Como: 5.000 euro.

  • Etiopia per Centri polifunzionali – Caritas Como: 5.000 euro.

  • Sud Sudan per Centro accoglienza p. Sunil – Caritas Como: 5.000 euro.

  • Eritrea per Laboratori scolastici p. Delfini – Caritas Como: 5.000 euro.

Trattenute per Uffici di Curia, Pastorale Missionaria e contributo al CUM di Verona

È la percentuale che, per disposizione della CEI, viene trattenuta sulle offerte e così distribuita:

  • Alla Curia: 6.762,15 pari al 3% sulle entrate per le missioni e le opere diocesane.

  • Al Centro Missionario Diocesano: 9.264,31 euro pari al 7% sulla Giornata Missionaria Mondiale e al 3% sulle Opere Diocesane dell’anno 2017. Verrà reintrodotto a favore delle missioni diocesane nell’esercizio dell’anno 2018.

  • Al CUM di Verona: 1.206,78 euro pari all’ 1% sulla Giornata Missionaria Mondiale.

Due semplici osservazioni:

  • Sono diminuite nel 2017, le parrocchie (forse anche a fronte di alcuni accorpamenti) che nel corso dell’anno hanno condiviso i loro beni economici a favore delle missioni diocesane e/o in occasione della Giornata Missionaria e delle altre giornate proposte.

Come potrete costatare dall’allegato, dove figurano i versamenti per ogni singola parrocchia, tenendo in considerazione le nuove comunità pastorali, sono ben 81 le parrocchie che non hanno aderito a nessuna raccolta proposta dall’Ufficio Missionario.

  • Sono diminuite, nel 2017, le offerte raccolte in occasione della Giornata Missionaria Mondiale (-11.114,98 euro).

La Giornata Missionaria Mondiale è contraddistinta dalla Colletta Obbligatoria, colletta che viene poi distribuita a beneficio della Chiesa universale e che educa alla solidarietà con tutti al di là del missionario conosciuto. E’ opportuno che tutti i parroci prendano in seria considerazione questa indicazione della Chiesa Cattolica.

Vi ringraziamo per l’attenzione

don Fabio Fornera e don AlbertoPini

in allegato i vari documenti